In Bike - Fra i vigneti del Nero di Troia

Verdure spontanee e muretti a secco accompagnano il viaggiatore in questo territorio a forte vocazione agricola, lungo le antiche vie della transumanza di cui ancora oggi restano copiose testimonianze tra cui i cosiddetti jazzi, tipici ovili all’aperto per il ricovero temporaneo del bestiame. Ampio e variegato il paniere agroalimentare dell’Alta Murgia, tutto da assaporare in tavola: vini ed extravergine di spiccata riconoscibilità, finissimi latticini e formaggi (retaggio proprio di quella transumanza), prelibate verdure spontanee, frutti succosi e profumati. Un patrimonio inestimabile così come il celebre Castel del Monte, tutelato dall’Unesco, che vigila dall’alto delle colline sulle distese di vigneti dove il Nero di Troia è sovrano.

Da non perdere:
- passeggiata nel tortuoso labirinto della Scesciola, il centro storico di Minervino Murge
- visita al Santuario della Madonna del Sabato e della Grotta di San Michele
- passeggiata nel centro storico di Andria con sosta nella Cattedrale
- escursione e visita guidata a Castel del Monte

Le mete del gusto:
- conoscere gli ortaggi stagionali e scoprire le erbe spontanee della Murgia nell’orto delo chef contadino di Montegrosso
- assistere alla preparazione della famosa burrata
- cedere alla tentazione golosa dei classici tenerelli e visitare il museo del Confetto
- degustare vini e oli nelle cantine e nei frantoi del territorio


Sono disponibili diverse soluzioni d'alloggio in b&b, masserie e dimore d'epoca